Italiano - English
La tua spesa  |
Area riservata
Catalogo Libri - Editoria sacra
 
 
KANONIKA 24. CANONES PŒNITENTIALES
Autore: Ioannes Andrea Di Donna
Coedizione Orientalia Christiana & Valore Italiano, 2017
ISBN 978-88-97789-38-3

- VOLUMEN PRIMUM (p. 96)
- VOLUMEN SECUNDUM T. 1 (p. 912)
- VOLUMEN SECUNDUM T. 2 (p. 336)
- VOLUMEN TERTIUM (p. 864)

I quattro corposi volumi CANONES PŒNITENTIALES nascono dallo studio dell’eclettica tradizione liturgico-canonica della penitenza tariffata, sviluppatasi nell’Europa insulare – come anche nei territori occidentali e orientali della stessa Europa – a partire dalla metà del secolo V. Questa sorta di Lexikon della penitenza tariffata è il risultato ottenuto dalla comparazione strettamente testuale dei Libri pœnitentiales (detti in Oriente Kanonaria) latini, greci e slavi, con la quale l’Autore ha creato degli Indices (in lingua latina) che, come strumenti di consultazione, consentono di entrare in modo diretto nel mondo di questa prassi penitenziale medioevale. Il progetto degli Indices, scopo precipuo dell’Opera, si propone di far “toccare con mano” le differenze e le analogie, le soluzioni pastorali totalmente contrastanti o pressoché simili, le coerenze o le contraddizioni di cui questi canones penitenziali sono testimoni. L’Opera fornisce pertanto le basi necessarie per l’elaborazione di una teologia liturgico-canonica comparata della penitenza tariffata, senza per questo pretendere di sciogliere i nodi della complessità che emerge dallo studio di queste fonti. Offre invece una conoscenza articolata dei testi (l’obiectum primario della scientia liturgica) di questa prassi pastorale della Chiesa del primo medioevo, protrattasi – nella sua forma più pura – fino a tutto il XII secolo, punto d’arrivo dell’epoca d’oro dei Penitenziali.
Il secondo volume (primo tomo) raccoglie gli Indices basilari: l’Index Structuralis (che funge da identikit per ogni tariffario penitenziale) e l’Index Peccatorum (che è l’Index più eminente di tutto lo studio) con la descrizione di ogni peccato – declinato secondo le circostanze – e della sua relativa penitenza.

GIANANDREA DI DONNA, nato a Padova il 24 settembre 1965, presbitero della Diocesi di Padova, dopo la Licenza in Teologia Dogmatica presso la Pontificia Università Gregoriana, consegue la Licenza e il Dottorato in Scienze Ecclesiastiche Orientali (sezione liturgica) presso il Pontificio Istituto Orientale in Urbe. Attualmente è Professore di Liturgia presso la Facoltà Teologica del Triveneto nella Sede di Padova e presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Padova; Docente invitato di Liturgia bizantina presso il Pontificio Istituto Orientale in Roma. Ha tenuto corsi presso lo Studio teologico Laurentianum di Venezia. È stato anche Docente invitato di Liturgia e di Mariologia orientale presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Monte Berico (Vicenza). È membro della Consulta dell’Ufficio Liturgico Nazionale della Conferenza Episcopale Italiana; Responsabile della Commissione per la Liturgia della Conferenza Episcopale Triveneto; Segretario dell’Ufficio per la Liturgia e Direttore del Servizio Diocesano per il Catecumenato della Diocesi di Padova.
Prezzo:290,00
 
VISITING THE BYZANTINE WALL PAINTINGS IN TURKEY (Lingua inglese)
- Vincenzo Ruggieri SJ
- Alexander Zäh
- Coedizione Orientalia Christiana & Valore Italiano, 2016
- ISBN 978-88-97789-41-3 | Pagine 288

The landscape of Byzantine painting is thus geographically located in the provinces and spans over several centuries. Despite being fragmented, this gallery bears witness of the need, the persistence, and the stylistic flexibility of a style embodied by the Byzantine character: that is to say, of its eagerness to understand, and therefore to believe and hope. Just as many monuments have been destroyed by humans, likewise a small or large portion of what is presented in this book will also disappear: may these pages reassert the presence of a culture which, one hopes, will always find new and sincere lovers.
---------------------------------------------
The volume will be published for the celebrations of the Pontificio Istituto Orientale’s (PIO’s) centenary: it was an honour that P. Guillaume de Jerphanion gave the opening lesson of the course on Byzantine frescoes. Our most sincere gratitude also to the two Rectors of the PIO, PP. James McCann and David Nazar, who supported and funded our work. For the patient work on the English text, we thank Vicky Franzinetti, Dr. Sr. Rachel Lynne Panagia Miola and Dr Christina Maranci. Although the text and the aim is one, each author is responsible for his section of the text. In addition, it must be granted that the quality of the photos is not always excellent, due to the rather inaccessible position of the fresco on the wall. Needless to say, we opted to present a sample rather than the total of the fragments of frescoes on site. When no other source is indicated, photos are from the PIO.
----------------------------------------------
Vincenzo Ruggieri, Rome - Alexander Zäh, Frankfurt-am-Main
Prezzo:75,00
 
LA QUESTIONE ARMENA (1894-1896 1908-1925)
Autore: Georges-Henri Ruyssen, SJ
ISBN 978-88-97789-43-7
COFANETTO in tela | Sette volumi (cm 24 x cm 35 x cm 17)

“LA QUESTIONE ARMENA 1894-1896 – 1908-1925” è un’opera documentale in sette volumi curata dal gesuita belga Georges-Henri Ruyssen. Il lavoro di P. Ruyssen è il risultato di anni di scrupolosa ricerca presso gli archivi della Santa Sede. I volumi propongono la riproduzione fedele e cronologica dei documenti presenti presso l’Archivio Segreto Vaticano (ACO), l’Archivio della Congregazione per le Chiese Orientali (ASV) e l’Archivio Storico della Segreteria di Stato, Sezione per i Rapporti con gli Stati (SS.RR.SS.). Già proposta sul nostro portale in singoli volumi (vedi in basso) è ora disponibile completa ad un prezzo più conveniente e all’interno di un elegante cofanetto in tela.

Georges-Henri Ruyssen SJ (1967), insegna al Pontificio Istituto Orientale di Roma e al Centre Sèvres, Facultés Jésuites di Parigi.
Prezzo:249,00
 
LA QUESTIONE ARMENA. Vol. VII 1908-1925. Documenti ASV & SS.RR.SS.
Documenti dell’Archivio Segreto Vaticano (ASV) e dell’Archivio Storico della Segreteria di Stato, Sezione per i Rapporti con gli Stati (SS.RR.SS.) - Periodo 20 febbraio 1923 > 24 gennaio 1930.

Autore: Georges-Henri Ruyssen SJ
- ISBN 978-88-97789-52-9 > p. 608

LA QUESTIONE ARMENA volume VII include i documenti dell’Archivio Segreto Vaticano (ASV) e dell’Archivio Storico della Segreteria di Stato, Sezione per i Rapporti con gli Stati (SS.RR.SS.) che vanno dal 20 febbraio 1923 fino al 24 gennaio 1930. Se la Conferenza di Losanna conclusa il 24 febbraio 1923 chiudeva definitivamente la questione armena, la Santa Sede continuò ad impegnarsi per consolidare al massimo la situazione dei cristiani di fronte alle nuove condizioni legali in Turchia, legate alla difesa della libertà di religione, d’insegnamento e di amministrazione interna delle comunità. Per contrastare la soppressione dal Governo kemalista dei diritti delle minoranze, dei privilegi delle autorità ecclesiastiche compresi i loro beni, l’azione della Santa Sede fu netta e instancabile. Anche i Vescovi armeno cattolici promossero un ricorso presso la Società delle Nazioni per denunciare le violazioni del Trattato di Losanna. Nonostante ciò, il 1° luglio 1928 fu deciso di trasferire il Patriarcato armeno cattolico in Libano per sottrarlo definitivamente alle vessazioni del Governo turco. Il volume è una riproduzione fedele e cronologica di documenti in gran parte rimasti inediti. Contiene un elenco biografico dei protagonisti, un indice dei nomi, dei luoghi, dei documenti riprodotti e un lessico di terminologia.

Georges-Henri Ruyssen SJ, gesuita belga, nato nel 1967, insegna al Pontificio Istituto Orientale (Roma) e al Centre Sèvres, Facultés Jésuites (Parigi). Ha curato La Questione Armena Vol. I, 1894-1896, Documenti dell’Archivio Segreto Vaticano (ASV); Vol. II, 1894-1896, Documenti dell’Archivio della Congregazione per le Chiese orientali (ACO); Vol. III, 1908-1925, Documenti dell’Archivio della Congregazione per le Chiese orientali (ACO); Vol. IV, V e VI 1908-1925, Documenti dell’Archivio Segreto Vaticano (ASV) & dell’Archivio Storico della Segreteria di Stato, Sezione per i Rapporti con gli Stati (SS.RR.SS. ). Edizioni Orientalia Christiana – Valore Italiano Lilamé, Roma 2013-2014-2015.

Prezzo:39,00
 
VERSO GERUSALEMME. Guide medievali greche di viaggio.
Autori: Ruggieri V. SJ, Douramani K., Caruso R.
- ISBN 978-88-97789-56-7 > p. 192

Un costume invalso nell’architettura cristiana d’Oriente è quello di volgere l’abside principale di qualsiasi chiesa verso est, a dire verso Gerusalemme. Non solo cosi un desiderio del cuore o della mente mosse i cristiani fin dalle origini del IV secolo a guardare a Gerusalemme come meta agognata dell’incontro col divino, ma anche gli innumerevoli altari – ove era celebrata l’eucaristia nell’impero romano d’Oriente – tendevano già verso Gerusalemme come sorgente di luce. E da quanto le pagine che seguono diranno, nella città di Gerusalemme il luogo per eccellenza che attraeva come magnete era il maestoso complesso dell’Anastasis, del Golgota e della Basilica attaccata ad ovest. Fermo restante questa attitudine spirituale verso il gruppo ecclesiastico relativo al Santo Sepolcro, si resta sorpresi, e con piacere, come le altre due fedi monoteiste vissute a Gerusalemme hanno avuto qualcosa di simile, di profondamente spirituale e sociale nel rapportarsi ad un luogo ritenuto per esse sacro. Una bella pagina di Abu Khalid Thawr, che morì a Gerusalemme probabilmente nel 770, afferma: «Il più santo luogo sulla terra è la Siria; il più santo luogo in Siria è la Palestina; il più santo luogo in Palestina è Gerusalemme; il più santo luogo in Gerusalemme è la Montagna; il più santo luogo sulla Montagna è il luogo dell’adorazione, e il più santo luogo sul posto dell’adorazione è la Cupola [la Cupola della Roccia]».

Prezzo:25,00
 
LA QUESTIONE ARMENA. Vol. VI 1908-1925. Documenti ASV & SS.RR.SS.
Documenti dell’Archivio Segreto Vaticano (ASV) e dell’Archivio Storico della Segreteria di Stato, Sezione per i Rapporti con gli Stati (SS.RR.SS.) - Periodo 09 marzo 1921 > 20 febbraio 1923

Autore: Georges-Henri Ruyssen SJ
- ISBN 978-88-97789-59-8 > p. 560

LA QUESTIONE ARMENA volume VI continua il percorso di documentazione sul periodo 1908-1925 e racchiude i documenti dell’Archivio Segreto Vaticano (ASV) e dell’Archivio Storico della Segreteria di Stato, Sezione per i Rapporti con gli Stati (SS.RR.SS.), che vanno dal 9 marzo 1921 fino al 20 febbraio 1923. I documenti si concentrano sul doloroso periodo dell’evacuazione della Cilicia da parte delle truppe francesi in seguito all’accordo di Londra del marzo 1921 e sulla politica di epurazione del nome cristiano in Turchia perseguita dal regime kemalista d’Angora. Se la Santa Sede opererà invano per la creazione di un focolare nazionale armeno o almeno per l’introduzione di garanzie per i diritti delle minoranze cristiane, essa accompagnerà l’esodo in massa degli armeni dalla Turchia con la sua solita premura umanitaria. Il volume è una riproduzione fedele e cronologica di documenti in gran parte rimasti inediti. Contiene un elenco biografico dei principali protagonisti, un indice dei nomi, dei luoghi, dei documenti riprodotti e un lessico di terminologia.

Georges-Henri Ruyssen SJ, gesuita belga, nato nel 1967, insegna al Pontificio Istituto Orientale (Roma) e al Centre Sèvres, Facultés Jésuites (Parigi). Ha finora curato La Questione Armena Vol. I, 1894-1896, Documenti dell’Archivio Segreto Vaticano (ASV); Vol. II, 1894-1896, Documenti dell’Archivio della Congregazione per le Chiese orientali (ACO); Vol. III, 1908-1925, Documenti dell’Archivio della Congregazione per le Chiese orientali (ACO); Vol. IV, 1908-1925, Documenti dell’Archivio Segreto Vaticano (ASV) & dell’Archivio Storico della Segreteria di Stato, Sezione per i Rapporti con gli Stati (SS.RR.SS.) e Vol. V, 1908-1925, Documenti dell’Archivio Segreto Vaticano (ASV) & dell’Archivio Storico della Segreteria di Stato, Sezione per i Rapporti con gli Stati (SS.RR.SS.), Edizioni Orientalia Christiana – Valore Italiano Lilamé, Roma 2013-2014-2015.
Prezzo:39,00
 
LA QUESTIONE ARMENA. Vol. V 1908-1925. Documenti ASV & SS.RR.SS.
Documenti dell’Archivio Segreto Vaticano (ASV) e dell’Archivio Storico della Segreteria di Stato, Sezione per i Rapporti con gli Stati (SS.RR.SS.). Periodo 27 maggio 1918 > 03 marzo 1921

Autore: Georges-Henri Ruyssen SJ
- ISBN 978-88-97789-45-1 > p.. 560

LA QUESTIONE ARMENA volume V continua il percorso di documentazione sul periodo 1908-1925 e racchiude i documenti dell’Archivio Segreto Vaticano (ASV) e dell’Archivio Storico della Segreteria di Stato, Sezione per i Rapporti con gli Stati (SS.RR.SS.), che vanno dal 27 maggio 1918 fino al 3 marzo 1921. Come per il volume IV i documenti si inseriscono nell’impegno instancabile assunto dalla Santa Sede dall’inizio del genocidio del 1915 a favore della nazione armena e attengono a sei tematiche molto intrecciate fra loro: 1) la raccolta d’informazione sugli eventi luttuosi, 2) l’azione diplomatica insieme a 3) l’azione umanitaria per arrestare nuovi massacri e soccorrere vittime e orfani, 4) l’appoggio per la creazione di un’Armenia libera e autonoma all’indomani della Guerra, 5) il riconoscimento unanime per l’opera di Papa Benedetto XV a favore della nazione armena e infine 6) il bilancio delle perdite e la riorganizzazione della Chiesa armena cattolica. Il volume è una riproduzione fedele e cronologica dei documenti in gran parte rimasti inediti. Contiene un elenco biografico dei principali protagonisti, un indice dei nomi, dei luoghi, dei documenti riprodotti e un lessico di terminologia.


Georges-Henri Ruyssen SJ, gesuita belga, nato nel 1967, insegna al Pontificio Istituto Orientale (Roma) e al Centre Sèvres, Facultés Jésuites (Parigi). Ha finora curato La Questione Armena Vol. I, 1894-1896, Documenti dell’Archivio Segreto Vaticano (ASV); Vol. II, 1894-1896, Documenti dell’Archivio della Congregazione per le Chiese orientali (ACO); Vol. III, 1908-1925, Documenti dell’Archivio della Congregazione per le Chiese orientali (ACO); nonché Vol. IV, 1908-1925, Documenti dell’Archivio Segreto Vaticano (ASV) & dell’Archivio Storico della Segreteria di Stato, Sezione per i Rapporti con gli Stati (SS.RR.SS.), Edizioni Orientalia Christiana – Valore Italiano Lilamé, Roma 2013-2014-2015.
Prezzo:39,00
 
LA QUESTIONE ARMENA. Vol. IV 1908-1925. Documenti ASV & SS.RR.SS.
Documenti dell’Archivio Segreto Vaticano (ASV) e dell’Archivio Storico della Segreteria di Stato, Sezione per i Rapporti con gli Stati (SS.RR.SS.)

Autore: Georges-Henri Ruyssen SJ

- ISBN 978-88-97789-53-6 > pag. 640

Il quarto volume della serie LA QUESTIONE ARMENA continua il percorso di documentazione relativa al periodo 1908-1925. L’opera raccoglie i documenti conservati nell’Archivio Segreto Vaticano (ASV) e nell’Archivio Storico della Segreteria di Stato, Sezione per i Rapporti con gli Stati (SS.RR.SS.). I documenti riprodotti si concentrano su quattro temi: i massacri di Adana nell’aprile 1909; il genocidio del 1915 con il primo autografo pontificio al Sultano del 10 novembre 1915 volto ad arrestare i massacri; lo sforzo della Santa Sede per proteggere i cristiani di vari riti, soprattutto in Siria e nel Libano, minacciati dal massacro o dalla carestia e infine la famosa nota di pace di Benedetto XV del 1° agosto 1917 che propone un’Armenia indipendente e il secondo autografo pontificio al Sultano del 12 marzo 1918 volto a scongiurare nuovi massacri di Armeni nel Caucaso rioccupato dai Turchi dopo il ritiro delle truppe russe. Altri documenti illustrano i soccorsi inviati dalla Santa Sede per sostenere varie opere di carità, senza limitarsi ai soli Armeni. Il volume è una riproduzione fedele e cronologica dei documenti in gran parte rimasti inediti. Contiene un elenco biografico dei principali protagonisti, un indice dei nomi, dei luoghi, dei documenti riprodotti e un lessico di terminologia ottomana.

Georges-Henri Ruyssen SJ, gesuita belga, nato a Deinze (Fiandre) nel 1967, insegna al Pontificio Istituto Orientale (Roma) e al Centre Sèvres, Facultés Jésuites (Parigi). Ha finora curato La Questione Armena Vol. I, 1894-1896, Documenti dell’Archivio Segreto Vaticano (ASV); Vol. II, 1894-1896, Documenti dell’Archivio della Congregazione per le Chiese orientali (ACO) nonché Vol. III, 1908-1925, Documenti dell’Archivio della Congregazione per le Chiese orientali (ACO), Edizioni Orientalia Christiana – Valore Italiano Lilamé, Roma 2013-2014.
Prezzo:39,00
 
THE ANAPHORAL GENESIS OF THE INSTITUTION NARRATIVE IN LIGHT OF THE ANAPHORA OF ADDAI AND MARI. Acts of the International Liturgy Congress, Rome 25-26 October 2011. (O.C.A. 295)
- A cura di: Cesare Giraudo SJ
- ISBN 978-88-97789-34-5
Coedizione Ediz. Orientalia Christiana & Valore Italiano | Lilamé, 2013

- Testo principalmente in lingua inglese con contributi in italiano, francese e lingue orientali.

In rapporto all’Eucaristia sono note le domande che assillano la mente del teologo. Ne ricordiamo alcune. Con quali parole si produce la reale presenza? Esiste un rapporto tra le parole della consacrazione e le restanti parole della preghiera eucaristica? La celebrazione eucaristica nella Chiesa delle origini si faceva con il solo racconto istituzionale, o con tutta quanta una preghiera? Ha senso continuare a dire che Gesù nel Cenacolo ha celebrato la prima Messa e che ne ha celebrata un’altra a Emmaus, lasciando poi agli Apostoli di continuare la serie rituale? Come ipotizzare la genesi della preghiera eucaristica? Sarebbe nato prima il racconto istituzionale, oppure il corpo dell’intera preghiera? È verosimile dare per scontata la genesi statica della preghiera eucaristica, che si sarebbe formata per successive stratificazioni, oppure conviene orientarci verso l’idea di una sua genesi dinamica?

Cesare Giraudo SJ è entrato nella Compagnia di Gesù nel 1960. È stato Invitato dalla Facoltà di Teologia della Pont. Università Gregoriana per il corso su Battesimo, Crismazione ed Eucaristia fino al 2010-11, e dalla Facoltà di Teologia dell’Italia Meridionale in Napoli (Sezione San Luigi) per il corso su Eucaristia fino al 2011-12. È tuttora Invitato dalla Facoltà di Teologia della Pont. Università Gregoriana per corsi di specializzazione alla Licenza. Dal 1998 al 2005 è stato Decano della Facoltà di Scienze Ecclesiastiche Orientali del PIO. È nel consiglio direttivo di “Rivista Liturgica” e della Collana “Monumenta Studia Instrumenta Liturgica”. Ha organizzato presso l’Università Gregoriana il Congresso Internazionale “La genesi anaforica del racconto istituzionale alla luce dell’anafora di Addai e Mari” (25-26 ottobre 2011, a dieci anni dal riconoscimento, da parte cattolica, della validità dell’anafora in uso nella Chiesa Assira d’Oriente). È Docente Emerito del Pont. Istituto Orientale dal 2011-12.
Prezzo:39,00
 
LA QUESTIONE ARMENA. Vol.III 1908-1925. Documenti dell'Archivio della Congregazione per le Chiese Orientali (ACO).
Autore: Georges-Henri Ruyssen SJ

- ISBN 978-88-97789-20-8 > pag. 680

Coedizione Ediz. Orientalia Christiana & Valore Italiano | Lilamé, Roma, 2014

Il presente e terzo volume della serie LA QUESTIONE ARMENA inizia il percorso di documentazione relativo al periodo 1908-1925. Nell'opera sono raccolti i documenti conservati nell'Archivio della Congregazione per le Chiese orientali (ACO). Il genocidio del 1915, considerando la dimensione documentale, rappresenta inevitabilmente l'elemento centrale del testo. Tale centralità però non pone ai margini dell'opera i tumulti sanguinosi di Van del 1908, i massacri di Adana del 1909, nonché il drammatico periodo del dopo Guerra che segna l'epurazione sistematica della popolazione armena operata dal nuovo stato della Turchia. Dai numerosi rapporti emerge chiaramente l'instancabile sforzo della Santa Sede di arrestare i massacri, di soccorrere le vittime, di tutelare gli orfani e offrire concretamente una cura materiale e spirituale ai superstiti e ai profughi. Alcuni documenti testimoniano il bilancio disastroso di questo periodo per la Chiesa armena cattolica, dove ben cinque Vescovi trovarono il martirio. Il testo, inoltre, attraverso l'allegato "Massacri degli assiri, caldei e armeni di Ourmiah e di Salmas", offre un altro elemento molto importante per affrontare il tema non solo della persecuzione degli armeni ma di tutti i cristiani orientali. Il volume è una riproduzione fedele e cronologica dei documenti in gran parte rimasti inediti. Contiene un elenco biografico dei principali protagonisti, un indice dei nomi, dei luoghi, dei documenti riprodotti e un lessico di terminologia ottomana.

Georges-Henri Ruyssen SJ, gesuita belga, nato nel 1967 à Deinze (Fiandre), insegna diritto canonico al Pontificio Istituto Orientale (Roma) e al Centre Sèvres, Facultés Jésuites (Parigi). Dopo aver pubblicato La Santa Sede e i Massacri degli Armeni 1894-1896, PIO Roma 2012, ha curato La Questione Armena Vol. I, 1894-1896, Documenti dell'Archivio Segreto Vaticano (ASV) e Vol. II, 1894-1896, Documenti dell'Archivio della Congregazione per le Chiese Orientali (ACO), Edizioni Orientalia Christiana – Valore Italiano Lilamé Roma 2013.
Prezzo:39,00
 
LA QUESTIONE ARMENA. Vol.II 1894-1896. Documenti dell'Archivio della Congregazione per le Chiese Orientali (ACO)
Autore: Georges-Henri Ruyssen SJ

- ISBN 978-88-97789-26-0

Coedizione Ediz. Orientalia Christiana & Valore Italiano | Lilamé, Roma, 2013

Il presente volume completa la riproduzione dei documenti d’archivio iniziata con la pubblicazione de La Questione Armena, Vol. I 1894-1896, Documenti dell’Archivio Segreto Vaticano (ASV). Il testo raccoglie i documenti conservati nell’Archivio della Congregazione per le Chiese Orientali (ACO). Se i documenti ASV del volume I hanno soprattutto una connotazione politica, i documenti ACO illuminano la descrizione dei massacri avvenuti in vari luoghi, spesso fatta da testimoni oculari e talvolta molto dettagliata con bilanci delle vittime, delle distruzioni e delle perdite. Altri documenti illustrano quanto i soccorsi inviati dalla Santa Sede, abbiano tentato di alleviare la miseria dei superstiti o accennano al movimento di conversione alla Chiesa cattolica. Per salvaguardare al massimo la verità storica, l’opera è una riproduzione fedele e cronologica dei documenti, finora tutti rimasti inediti e quindi pubblicati per la prima volta. La parte conclusiva del testo propone al lettore un elenco biografico dei principali protagonisti, un indice dei nomi, dei luoghi, dei documenti riprodotti e un lessico di terminologia ottomana.

Georges-Henri Ruyssen SJ, gesuita belga, nato nel 1967 à Deinze (Fiandre), insegna diritto canonico al Pontificio Istituto Orientale (Roma) e al Centre Sèvres, Facultés Jésuites (Parigi). Dopo aver curato l’edizione di E. Soderini, Il Pontificato di Leone XIII – Rapporti con l’Armenia, LuLu Londra 2010, ha pubblicato La Santa Sede e i Massacri degli Armeni 1894-1896, PIO Roma 2012. Ha appena curato La Questione Armena Vol. I, 1894-1896, Documenti dell’Archivio Segreto Vaticano (ASV), Edizioni Orientalia Christiana – Valore Italiano Lilamé Roma 2013.
Prezzo:28,00
 
LA QUESTIONE ARMENA. Vol.I 1894-1896. Documenti dell'Archivio Segreto Vaticano (ASV)
Autore: Georges-Henri Ruyssen SJ

- ISBN 978-88-97789-12-3

Coedizione Ediz. Orientalia Christiana & Valore Italiano | Lilamé, Roma, 2013

"Questo volume è il primo di una serie intitolata LA QUESTIONE ARMENA e include l'edizione dei documenti diplomatici dell'Archivio Segreto Vaticano (ASV) e dell'Archivio della Congregazione per le Chiese Orientali (ACO) sulla questione armena in due particolari periodi della storia, quello tra il 1894 e il 1896 e quello successivo dal 1908 al 1925. Il volume I integra la corrispondenza diplomatica conservata nell'Archivio Segreto Vaticano sui massacri hamidiani (dal nome del Sultano ottomano Abdul Hamid II) nell'arco di tempo che va dall'estate 1894 fino al giugno 1898. Lo scopo della pubblicazione è duplice: salvaguardare il più possibile la verità storica e mettere a disposizione dei ricercatori l'intero corpus della corrispondenza diplomatica custodita fino ad ora negli archivi. Per queste ragioni il volume è una riproduzione fedele e cronologica dei documenti. Per completare l'opera sotto il profilo scientifico sono stati aggiunti alcuni allegati che contengono documenti rilevanti per la tematica studiata, un elenco biografico dei principali protagonisti, un indice dei nomi, dei luoghi e dei documenti riprodotti e un lessico di terminologia ottomana."

Georges-Henri Ruyssen SJ, gesuita belga, nato nel 1967 a Deinze (Fiandre), insegna diritto canonico al Pontificio Istituto Orientale (Roma) e al Centre Sèvres, Facultés Jésuites (Parigi). Oltre a numerose pubblicazioni nel campo del diritto canonico, l'autore ha curato l'edizione di E. Soderini, Il Pontificato di Leone XIII – Rapporti con l'Armenia, LuLu Londra 2010 e ha pubblicato La Santa Sede e i Massacri degli Armeni 1894-1896, PIO Roma 2012.
Prezzo:39,00
 
La Vita di San Nicola di Sion. Traduzione, note e commentario.
Autore: Vincenzo Ruggieri SJ

- ISBN 978-88-97789-23-9

Coedizione Ediz. Orientalia Christiana & Valore Italiano | Lilamé, Roma, 2013

La montagna concede all’uomo il distacco dal caotico vociferare, foss’anche urbano, della pianura sottostante; e ancora l’appartenenza a ritmi atavici scanditi da stagioni. Le vicinanze umane sulla montagna sono tessute da voci che corrono fra gli insediamenti, voci che richiedono un tempo non battuto usualmente, bensì imposto dall’urgenza delle voci. La montagna inoltre impone all’uomo ad essa estraneo il peso della possanza, percepibile nella luce diurna, ascosa ma udibile nel buio della notte.
Gran parte di quanto si narra nelle pagine del volume s’è svolto in montagna, sull’Alacadağ, un massiccio che si dissemina nell’entroterra nord-orientale della città di Myra, oggi Demre o Kalé, nel corno sud-occidentale della Turchia. E di uomo che su d’essa è nato e vissuto si parlerà; il suo nome è Nicola, meglio conosciuto come Nicola di Sion.
E Sion richiama sì Gerusalemme, ma sulla montagna dell’Alacadağ Sion è una lucerna accesa per far luce, è una costruzione monolite che, pur se sottoposta a tempeste, resta salda ed incrollabile. Si tratta, dunque, di Nicola e della Santa Sion, inscindibile unità d’un uomo fattosi monaco e del suo monastero, ambedue custoditi dalla montagna ed amati dalla schietta popolazione montanara.



Vincenzo Ruggieri, gesuita, insegna storia bizantina al Pontificio Istituto Orientale di Roma. Da molti anni impegnato nel lavoro storico-archeologico, ha pubblicato estensivamente sulla storia, archeologia, arte ed agiografia della Caria, Licia, Panfilia, Pisidia, antichi territori dell’Asia Minore (oggi Turchia). A latere lavora sulla ricostruzione dell’archivio medievale di Vieste (FG) distrutto dagli Ottomani nel XVI secolo.
Prezzo:29,00
 
SS. CIRILLO e METODIO tra i Popoli Slavi. 1150 anni dall'inizio della missione.
Atti del Congresso. Roma, 25 e 26 febbraio 2013.

ISBN 978-88-97789-15-4

Edizioni Valore Italiano Lilamé, Roma 2014.

I due fratelli Cirillo e Metodio, Santi copatroni d’Europa, rappresentano il ponte tra il mondo bizantino e quello slavo. La loro opera di diffusione della fede attraverso la creazione dell’alfabeto glagolitico, la traduzione delle sacre Scritture e l’introduzione della lingua del popolo nella liturgia, è segno del superamento dei confini geografici e culturali per il processo di costruzione dell’identità cristiana. Ideatori e curatori del congresso e della pubblicazione degli Atti sono S. Em.za Rev.ma Card. Jozef Tomko (Prefetto emerito della Congregazione per l’Evangelizzazione dei popoli) e S. Ecc.za Rev.ma Mons. Cyril Vasil’, S.J. (Segretario della Congregazione per le Chiese Orientali), coadiuvati da un comitato di professori e collaboratori slovacchi che operano nelle istituzioni accademiche ed ecclesiali a Roma.

Jozef Tomko, cardinale, nato a Udavské (Slovacchia) l´11 marzo 1924, ordinato sacerdote il 12 marzo 1949, laureato in teologia, diritto canonico e scienze sociali. Dopo l´esperienza nell‘educazione in un seminario e nell’insegnamento universitario, inizia il suo servizio alla Santa Sede e nel luglio 1979 viene nominato Segretario generale del Sinodo dei Vescovi e consacrato arcivescovo di Doclea da Giovanni Paolo II, il 15 settembre 1979. Dal 1985 fino al 2001 è stato Prefetto della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli e in seguito Presidente del Comitato pontificio per i congressi eucaristici internazionali. Ha pubblicato vari scritti in italiano, inglese, tedesco e slovacco su temi che spaziano dalla teologia al diritto, dalla storia alla spiritualità, in specie all´opera dei Santi Cirillo e Metodio, ed ha collaborato ad una quindicina di opere collettive.

Cyril Vasil’ nel 1987 è ordinato presbitero della Chiesa greco-cattolica slovacca. Nel 1990 entra a far parte della Compagnia di Gesù e, nel 1994, consegue il dottorato in Diritto Canonico Orientale presso il Pontificio Istituto Orientale. Nel 2000 viene nominato decano della Facoltà di Diritto Canonico Orientale presso il medesimo istituto e, dopo esserne stato il vicerettore, ne diventa Rettore nel settembre del 2007. Il 7 maggio 2009 è stato nominato da Papa Benedetto XVI Arcivescovo e Segretario della Congregazione per le Chiese Orientali.
Prezzo:27,00
 
Madonna delle Grazie. Opere di sbalzo e cesello
Autori: Paolo Pugelli
> Maestro Cesellatore > Bottega Mortet Roma

- ISBN 978-88-97789-05-5

[...] La famiglia di mia madre appartiene a una dinastia di grandi cesellatori. I Mortet, sia a Roma con lo zio Aurelio, che a Oriolo Romano con l’altro zio Virgilio, portano avanti e consolidano, generazione dopo generazione, più di un secolo di eccellenza e storia dell’arte del cesello italiano. Io, per rimanere in linea, sono cresciuto coltivando il mito di mio nonno che morì poco prima che io nascessi e, nei ricordi degli zii, mi è sempre stato descritto come un grande Maestro Artigiano [...].

Paolo Pugelli, cesellatore della Bottega Mortet di Roma, racconta, nei capitoli che gli competono, una straordinaria storia di passione artigiana. Un contributo fondamentale per riflettere sul tema della qualità e della motivazione individuale nel conseguimento di una professionalità che deve coniugare le abilità tecniche con la sfera umana e sociale. Esaurita con puntualità la descrizione sintetica delle diverse fasi di lavoro, resta la parte più importante, ovvero la scoperta del rapporto tra l’artigiano e l’opera, l’aspetto più coinvolgente e interessante di questo progetto editoriale.
Completano il testo alcuni capitoli scritti da esperti del settore, storici e non solo, invitati a chiarire il rapporto tra Santuario e dipinto, piuttosto che origini e significati dei segni e dei simboli presenti sul dipinto e sulle opere di sbalzo e cesello. Si ringraziano in particolare la Dr. Sabrina Aloisi, per il contributo sulla storia del Santuario Francescano di Santa Maria delle Grazie di Ponticelli di Scandriglia; le restauratrici del dipinto, Dr. Cristiana Noci e Dr. Francesca Piat; il Prof. Gaetano Passarelli, per la lettura simbologica del dipinto della Madonna delle Grazie e Padre Vincenzo Galli, attuale Rettore del Santuario di Santa Maria delle Grazie, e ispiratore-protagonista dell’intero progetto raccontato in questo volume.
Prezzo:24,00
 
P. Francisco de Paula Victor. A história ilustrada
Autori: Escrito por GAETANO PASSARELLI Ilustrado por CHRISTIAN MIRRA

• Storia illustrata in LINGUA PORTOGHESE

- ISBN 978-88-97789-25-3, Euro 24,00 | pag. 108 > B/N

Há 1500 anos atrás, João Damasceno defendia a ideia de que a imagem seria mais eficaz do que a escrita porque penetrava na alma e ali permanecia impressa. Nos meus escritos, sempre estive com esse conceito presente e por isso escolhi escrever em cenas, de modo que o leitor possa imaginar as situações e os personagens de maneira figurativa...[...]... A sorte e a ajuda de P. Victor reuniu tres idealistas e práticos ao mesmo tempo: um escritor sonhador, um editor com a mente aberta e intuitiva e um desenhista criativo, que estão realizando um projeto, á primeira vista, não necessáriamene impossível mas com possibilidades de não chegar á termo.
Prezzo:24,00
 
MARINA E LE ALTRE. Opere teatrali tra sacro e profano.
Gaetano Passarelli "Marina e le altre. Opere teatrali tra sacro e profano" Ediz. Lilamé, Roma, Dicembre 2011

> ISBN 978-88-89529-17-1

Le donne sono le protagoniste di questa prima raccolta di soggetti per teatro. Così in un intreccio tra storia, mito e leggenda vengono trattati l’amore/odio tra la poetessa Cassianì e l’imperatore Teofilo, le scelte radicali di due ex prostitute Maria Egiziaca e Maria nipote di Abramo, il caso morale di Jolanda, la speranza al di là di ogni speranza di P. Francisco de Paula Victor e la forte personalità di donna Marianna, la singolare esperienza di Marina la travestita da uomo, e una situazione particolare che affonda le radici nell’epica greca come il Carro d’oro, in cui la Madre terra è la protagonista. Chiude la rassegna un monologo femminile sul rapporto moderno tra donna, computer e social network.
Prezzo:18,00
©2012-2017 Valore Italiano™ | Lilamé - Chi siamo | Condizioni di vendita | Informativa sulla privacy | Cookies